Comunicati

Ammissione alle negoziazioni su AIM delle azioni e dei warrant di EPS EQUITA PEP Spac S.p.A.

Milano, 28 luglio 2017EPS Equita PEP SPAC S.p.A. (“EPS”), Società costituita in forma di SPAC (Special Purpose Acquistion Company), annuncia che, in data odierna, Borsa Italiana S.p.A. ha rilasciato il provvedimento di ammissione alle negoziazioni delle Azioni ordinarie e dei Warrant di EPS Equita Pep Spac su AIM Italia – Mercato alternativo del Capitale, organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A. (“AIM”) con debutto fissato per martedì 1 agosto 2017, data prevista anche per il regolamento delle sottoscrizioni.

L’ammissione fa seguito al collocamento privato promosso da EPS, che ha avuto ad oggetto un numero di azioni ordinarie pari a 15.000.000 a un prezzo di sottoscrizione fissato a Euro 10,00 per azione, azioni cui sono abbinati massimi n. 7.500.000 warrant nel rapporto di n. 5 warrant gratuiti ogni n. 10 azioni ordinarie, di cui n. 2 warrant saranno assegnati alla data di inizio delle negoziazioni sull’AIM ogni n. 10 azioni sottoscritte, mentre ulteriori n. 3 warrant ogni n. 10 azioni saranno assegnati alla realizzazione dell’Operazione Rilevante. Il collocamento è stato rivolto ad (i) investitori qualificati in Italia e ad investitori istituzionali all’estero, con esclusione di Australia, Canada, Giappone e Stati Uniti d’America, (ii) nonché ulteriori investitori ai sensi dell’art. 100 del TUF (esenzione prospetto).

Le azioni oggetto del collocamento sono state allocate per il 63% ad investitori italiani e per il restante 37% ad investitori esteri; in particolare, l’azionariato di EPS sarà composto per il 70% da gestori e fund manager italiani ed esteri, per il 17% da family office e private banking e per il restante 13% da parte di altri investitori istituzionali.

A fronte della sottoscrizione di 15 milioni di azioni ordinarie da parte degli investitori istituzionali italiani ed esteri, i promotori – Equita PEP Holding S.r.l. (società paritetica fondata da Equita Group S.p.A. e da Private Equity Partners S.p.A., di Fabio Sattin e Giovanni Campolo), Equita SIM S.p.A., Stefano Lustig e Rossano Rufini – sottoscriveranno complessivamente 400.000 azioni speciali, non destinate alla quotazione, per un controvalore totale di Euro 4 milioni.

Fabio Sattin, Presidente di EPS, dichiara: “Siamo molto felici ed onorati della fiducia che gli investitori ci hanno dato e li ringraziamo per questo. Ora però inizia il vero lavoro, che svolgeremo dando primario rilievo alle tematiche strategico-industriali e di sviluppo della società oggetto di combinazione, al fine di generare valore solido e sostenibile nel tempo”.

Stefano Lustig, Vice presidente di EPS, dichiara: “L’eccezionale qualità degli investitori istituzionali, che costituiscono l’azionariato di EPS, è il primo tangibile valore che porteremo agli imprenditori e ai manager motivati a condividere un percorso di creazione di valore per la loro azienda”.

Il Documento di Ammissione è disponibile sul sito internet di EPS (www.epspac.it) a partire dalla data odierna.

Equita e PEP si caratterizzano per essere promotori istituzionali che fanno della raccolta di capitali, della selezione di società target e della successiva quotazione una naturale evoluzione del proprio core business operativo, facendo leva sul supporto professionale e sul network di relazioni di entrambe le istituzioni.

Equita SIM S.p.A. agisce in qualità di Global Coordinator e Joint Bookrunner, mentre Mediobanca S.p.A. agisce in qualità di Nomad, Specialista e Joint Bookrunner. Il consulente legale incaricato è lo studio legale BonelliErede, mentre E&Y S.p.A. è la società di revisione incaricata.

Concluso con successo il collocamento istituzionale di “EPS” EQUITA PEP Spac S.p.A.

Milano, 24 luglio 2017 – EPS Equita PEP SPAC S.p.A. (“EPS”), Società costituita in forma di SPAC (Special Purpose Acquistion Company), annuncia che in data odierna si è concluso con successo il collocamento istituzionale delle proprie azioni ordinarie e warrant abbinati gratuitamente, rivolto ad investitori qualificati in Italia e ad investitori istituzionali all’estero ai sensi della Regulation S dello “United States Securities Act” del 1933, con esclusione di Australia, Canada, Giappone e Stati Uniti d’America, finalizzato alla quotazione sul mercato AIM Italia – Mercato alternativo del Capitale, organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A. (“AIM”).

Il collocamento privato promosso da EPS ha avuto ad oggetto un numero di azioni ordinarie fino ad un massimo di 15.000.000, cui sono abbinati massimi n. 7.500.000 warrant nel rapporto di n. 5 warrant gratuiti ogni n. 10 azioni ordinarie, di cui n. 2 warrant saranno assegnati alla data di inizio delle negoziazioni sull’AIM ogni n. 10 azioni sottoscritte, mentre ulteriori n. 3 warrant ogni n. 10 azioni saranno assegnati alla realizzazione dell’Operazione Rilevante. Il collocamento è rivolto ad (i) investitori qualificati in Italia e ad investitori istituzionali all’estero, con esclusione di Australia, Canada, Giappone e Stati Uniti d’America, (ii) nonché ulteriori investitori ai sensi dell’art. 100 del TUF (esenzione prospetto), a un prezzo di sottoscrizione fissato a Euro 10,00 per azione.

Il collocamento privato è iniziato lo scorso 17 luglio e si è concluso anticipatamente in data odierna, con una domanda complessiva di oltre 275 milioni di euro da parte di investitori italiani (circa 65%) ed esteri (circa 35%). La domanda è stata generata per il 67% da parte di gestori e fund manager italiani ed esteri, per il 19% da family office e private banking e per il restante 14% da parte di altri investitori istituzionali.

A fronte della sottoscrizione di 15 milioni di azioni ordinarie da parte degli investitori istituzionali italiani ed esteri, i promotori – Equita PEP Holding S.r.l. (società paritetica fondata da Equita Group S.p.A. e da Private Equity Partners S.p.A., di Fabio Sattin e Giovanni Campolo), Equita SIM S.p.A., Stefano Lustig e Rossano Rufini – sottoscriveranno complessivamente 400.000 azioni speciali, non destinate alla quotazione, per un controvalore totale di Euro 4 milioni.

In data 14 luglio è stata presentata a Borsa Italiana la comunicazione di pre-ammissione ai sensi del Regolamento AIM ITALIA, mentre nella giornata di domani, 25 luglio, EPS conta di procedere al deposito della domanda di ammissione alle negoziazioni sull’AIM. EPS prevede di ottenere il provvedimento di
ammissione da Borsa Italiana S.p.A. entro questa settimana, con conseguente avvio delle negoziazioni delle azioni ordinarie e dei warrant EPS previsto nelle prima settimana di agosto. Il Documento di Ammissione sarà disponibile sul sito internet di EPS (www.epspac.it) a partire dalla data di ammissione delle azioni ordinarie e dei warrant di EPS su AIM Italia.

Equita e PEP si caratterizzano per essere promotori istituzionali che fanno della raccolta di capitali, della selezione di società target e della successiva quotazione una naturale evoluzione del proprio core business operativo, facendo leva sul supporto professionale e sul network di relazioni di entrambe le istituzioni.

Fabio Sattin, Presidente di EPS, dichiara: “Valorizzare aziende, i loro azionisti e il loro management team è la missione di PEP da quasi trent’anni. Con EPS abbiamo la possibilità di offrire loro, fin dall’inizio, anche la certezza del processo di quotazione, la rapidità dello stesso e tutta l’assistenza necessaria per supportare le strategie di crescita ed un gratificante rapporto con il mercato”.

Stefano Lustig, Vice presidente di EPS, dichiara: “Siamo onorati della fiducia degli investitori che hanno condiviso il nostro entusiasmo per l’iniziativa. L’eccezionale qualità degli investitori istituzionali selezionati è il primo tangibile esempio del valore che EPS porterà agli imprenditori e ai manager che ambiscono a condividere un percorso di creazione di valore per le loro aziende”.

Equita SIM S.p.A. agisce in qualità di Global Coordinator e Joint Bookrunner, mentre Mediobanca S.p.A. agisce in qualità di Nomad, Specialista e Joint Bookrunner. Il consulente legale incaricato è lo studio legale BonelliErede, mentre E&Y S.p.A. è la società di revisione incaricata.

 

EQUITA e Private Equity Partners insieme per una spac

Milano, 2 Giugno 2017 – Equita – Investment Bank indipendente leader in Italia- e Private Equity Partners (PEP) -primaria Società di investimento indipendente fondata da Fabio Sattin e Giovanni Campolo – promuovono la costituzione di una SPAC (Special Purpose Acquisition Company) come prima iniziativa della Joint Venture paritetica annunciata lo scorso marzo e nata per lo sviluppo di congiunti e innovativi progetti nel settore del private capital.

La SPAC, la cui quotazione è prevista nei prossimi mesi, perseguirà una logica industriale nella scelta della propria target, puntando ad imprese da valorizzare e che ambiscono ad aumentare la propria dimensione internazionale. Il duplice obiettivo, già nell’immediato futuro, è di offrire un solido investimento per gli investitori istituzionali e l’accesso al mercato dei capitali per società con tangibili opportunità di crescita. L’iniziativa sarà allineata alla best practice di mercato, relativamente ai ritorni per gli investitori, e con remunerazione per i promotori collegata al successo di lungo periodo dell’investimento.

Il progetto esalta le competenze di Equita e PEP, mettendo a disposizione rispettivamente oltre 40 anni di selezione di investimenti e di advisory nei processi di quotazione sul mercato azionario e oltre 20 anni di competenza nell’acquisire, gestire e sviluppare e valorizzare società industriali italiane.

Equita e PEP si caratterizzano, quindi, per essere promotori istituzionali che fanno della raccolta di capitali, della selezione di società target e della successiva quotazione una naturale evoluzione del proprio core business operativo, facendo leva sul supporto professionale e sul network di relazioni di entrambe le istituzioni.

Fabio Sattin, Presidente di PEP, commenta: “La Spac è la prima iniziativa nel settore del private capital che la JV Equita-Pep si propone con una logica industriale e di supporto allo sviluppo e alla internazionalizzazione delle imprese, generando valore per le aziende e per gli investitori nel medio lungo termine”.

Francesco Perilli, Presidente di Equita Group, dichiara: “A breve distanza dal lancio della nostra JV, siamo felici di annunciare la prima iniziativa che ci vedrà assieme in un progetto di private capital dove entrambe le competenze professionali ed esperienze operative nell’ambito dei mercati finanziari e del private equity verranno messe al servizio della società target” .

Ulteriori informazioni su:

EQUITA

Equita è un partner di riferimento per le imprese italiane e gli investitori istituzionali grazie alla presenza consolidata nel panorama finanziario italiano da oltre 40 anni. Con un modello di business chiaro e focalizzato, Equita unisce l’attività di Sales & Trading su titoli azionari ed obbligazionari per clienti istituzionali nazionali ed internazionali ad una piattaforma Investment Banking di alto profilo dedicata alla consulenza ad imprese ed istituzioni finanziarie in operazioni di finanza straordinaria, entrambe supportate da un’attività di Equity Research riconosciuta per la sua eccellenza. La combinazione dell’indipendenza in materia di servizi di consulenza, la tradizione e la conoscenza approfondita delle dinamiche dei mercati azionari – garantita dalla credibilità e dall’accesso preferenziale agli investitori istituzionali nazionali e internazionali – garantiscono ad Equita un posizionamento unico nel mercato italiano

PRIVATE EQUITY PARTNERS

Private Equity Partners (PEP) è una primaria Società di investimento indipendente, fondata e interamente controllata da Fabio Sattin e Giovanni Campolo operante in Italia da circa 25 anni. L’attività principale di PEP è quella di effettuare investimenti nel capitale di rischio in società non quotate, sia direttamente, che attraverso fondi gestiti dalla propria controllata PEP SGR e sottoscritti da primari investitori istituzionali internazionali con l’obiettivo di supportarne lo sviluppo sia a livello nazionale che soprattutto internazionale, massimizzandone il valore, allo scopo di ottenere un ritorno premiante sull’investimento. PEP è presente direttamente o tramite suoi rappresentanti nei principali Paesi emergenti: Cina, Brasile, Russia, Polonia, e India. Il team di PEP vanta una esperienza quasi trentennale nel private equity e venture capital in Italia, con oltre 60 operazioni concluse e numerose operazioni di quotazione in borsa realizzate sia in Italia che all’estero.